• Categoria: Varie
  • Visite: 54

Trasformare una passione per le gemme in professione dopo una buona scuola.

Buongiorno,

vorrei intraprendere un percorso di studi per diventare gemmologo.

Ho visionato sia l’offerta XXX che quelle YYY (vivo in Lombardia).

Data la sua esperienza, mi saprebbe indirizzare?

Considerando anche i costi non indifferenti, vorrei seguire un corso valido che mi permetta di acquisire conoscenze, competenze ed iniziare una nuovo percorso professionale guidato dalle mie passioni.

(Ho 30 anni e una laurea in economia, lavoro da 6 anni in azienda... ).

Grazie per l'attenzione

Cordiali saluti

Valentina

 

Buon pomeriggio, Valentina

lei mi pone in modo conciso e preciso (complimenti!) domande che richiedono un LUNGO discorso con TUTTI i dettagli necessari e verificabili per essere almeno attendibile!

Cercherò di rispettare le premesse ma ritengo valga la pena di parlarne di persona perché non sarebbe la prima volta che le mie opinioni mi scatenano contro reazioni furibonde e ora non ho più né il tempo né la voglia per ribattere… :-)

I corsi di gemmologia sono diventati un affare al quale si sono dedicati in molti, ma purtroppo a nomi altisonanti e ben reclamizzati corrisponde SEMPRE un costo elevato ma NON SEMPRE un corrispondente soddisfacimento in termini di didattica… utile.

In calce le dettaglio i miei corsi sulle gemme di colore e sui diamanti, corsi che ho arbitrariamente chiamato “di 1° tempo”:

Equivarrebbero alla patente, nautica o stradale che sia, grazie alla quale lei avrebbe conseguito le basi per navigare con coscienza di causa nell’affascinante ma difficile mondo dei cristalli multicolori.

Sottolineo il concetto “di primo tempo” perché si tratta di una linea di partenza e NON di un traguardo perché intanto la materia é davvero molto, molto vasta e poi NESSUN corso successivo le consentirebbe un percorso di studi tagliato su misura per le sue esigenze,

Ovvero per quello che vorrebbe fare POI, e che avrà pianificato PRIMA.

Intanto non dimentichi che nessuna scuola le potrebbe offrire un ragionevole bagaglio di conoscenze e di esperienze come quelle derivanti da un lungo stage in un reputato e qualificato laboratorio, dove “girino” tante pietre e anche qualcuno che abbia voglia di illustrarle per tutto il tempo necessario le infinite variazioni in tema prodotte dalla natura.

Sempre che lei intenda poi esercitare la professione di “gemmologo analista”, ovvero un professionista INDIPENDENTE al servizio di terzi.

In una piccola città rischierebbe di morire di fame, e un un grande centro avrebbe l’orgoglio di lottare a coltello per dividersi la clientela acquisita da laboratori già affermati.

Poi ci sarebbe la specializzazione in branche affini, dalle perizie a valore (banche, assicurazioni, notai, commercialisti, tribunali e magari qualche ricca parrocchia)) all’acquisto di preziosi per conto terzi, in giro per il mondo.

Il tutto condito da un costante impegno teso all’ampliamento e all’aggiornamento della scienza gemmologica, che ormai prevede un livello (anche di attrezzatura o almeno di supporto) universitario.

Mi fermo qui, anche se ci sarebbe ancora molto da aggiungere.

Ma se dovessi pubblicare un libro lei me lo comprerebbe?  :-)

Intanto legga nelle “varie” altre risposte a domande che lei potrebbe condividere, e quando dovessimo incontrarci la interrogherei a fondo.  :-)