• Categoria: Corsi
  • Visite: 391

Corso di gemmologia: quale scegliere per chi é già nel ramo?

Gentile signor Lenti,

le faccio i più vivi complimenti per il suo sito, veramente ben realizzato!

Sono un giovane ragazzo di 35 anni, che sa bene cosa sia la gemmologia (perché il padre lavora nel settore da 40 e passa anni) ma non l'ha mai conosciuta a fondo, perché sottovalutata. 

Ora, poiché una serie di circostanze troppo lunghe da spiegare hanno destato l'interesse in me per questa materia e si sta rivelando molto interessante, stavo pensando di acquisire le competenze e certificarle con un corso. 

So benissimo che lei, a quanto pare, è piuttosto scettico riguardo questi corsi poiché non garantirebbero sbocchi lavorativi (ma quali istituzioni lo fanno , oggi?).

Io però potrei essere fortunato avendo un genitore che è già nel settore.

Tuttavia lo farei anche per avere una competenze in più, che nella vita non guasta mai.

Io so che l'ente più accreditato è l'IGI, ma i prezzi del corso sono veramente troppo alti.

Ho dato un'occhiata invece all'HRD di Anversa e i prezzi sono molto più abbordabili e il programma sembra interessante.

Lei sa dirmi se una scelta del genere possa essere valida?

O pensa, alla fine, che un corso valga l'altro?

Un cordiale saluto

Daniele

 

Buon giorno Daniele

vorrei chiarire prima di tutto che io non sono AFFATTO contrario ai corsi di gemmologia, benché sia un feroce critico di due aspetti connessi che mi rivoltano lo stomaco:

1 - la sottesa illusione  un lavoro che, salvo il caso di un’attività in proprio, in pratica non esiste, e

2 - la crudele e non di rado esosa mungitura economica dei volonterosi allievi.

Caso per caso sarebbe poi indispensabile valutare la preparazione dei docenti, l’entità e la qualità delle dotazioni tecniche nonché la completezza e l’adeguatezza merceologica dei campioni didattici, ma tutto questo NON é certamente un compito che non mi compete…

Però viste le numerose variabili da considerare e da valutare sarebbe scorretto ritenere che “un corso valga l’altro”, non crede?  :-)

Si, anch’io ritengo che le quote richieste dall’IGI siano veramente davvero elevate, tanto più che si tratta di un “istituto” privato a tutti gli effetti, altro che “accreditato” (?)

In compenso questo si avvale della competenza della dr.ssa Loredana Prosperi docente di considerevole spessore professionale.

Approvo la sua volontà di adeguarsi anche culturalmente alle esigenze del settore e dato che già vi si trova inserito, le consiglierei di considerare uno dei "corsi brevi” che organizzano anche coloro che criticavano me quando  li introdussi per primo nei lontani anni ’80… :-)

Ma ricordi che se i corsi brevi le forniscono una chiara visione delle operazioni fondamentali che si eseguono nel laboratorio gemmologico, né questi né il “corsi lunghi” le assicurano quell’autorità nella certezza operativa che lei conseguirà/conseguirebbe SOLO dopo una consistente esperienza sotto la guida di analisti esperti.

Almeno, secondo la mia opinione…

Però la nuova legge che finalmente ha il settore prevede che sia l’ultimo anello della catena commerciale, cioè colui che cede il bene al cliente finale, SIA IL SOLO RESPONSABILE circa la materia venduta.

E se lei volesse quindi darmi retta le consiglierei caldamente un corso breve perché - anche tenendosi poi al corrente della materia e delle sue evoluzioni - lei sarà in grado di usare termini e precauzioni adeguate, soprattutto negli acquisti.

Ma nella vendita si sarà garantito l'assistenza di un reputato laboratorio che le darà le necessarie certezze.

Come un’assicurazione contro i dispiaceri, insomma, perché lei potrà così dedicarsi con la necessaria serenità SOLO alla promozione e alla vendita dei gioielli garantendone il corretto rapporto qualità/prezzo.

Ottimi i corsi HRD in una delle capitali dei diamanti, ma… sono corsi ESCLUSIVAMENTE sul principe delle gemme mentre a lei serve una conoscenza con precisi punti di riferimento anche sulle pietre di colore.

Vista la situazione che ci ha regalato il dannato virus le consiglierei un magnifico regalo che potrebbe fare a lei e alla sua ditta:

un abbonamento all’eccellente “Rivista italiana i Gemmologia” <http://www.rivistaitalianadigemmologia.com>http://www.rivistaitalianadigemmologia.com> che a richiesta potrebbe fornirle anche un congruo numero di preziosi arretrati.

E sarebbero soldi davvero ben spesi!