• Categoria: Corsi
  • Visite: 5462

Seguire un corso per la certificazione gemmologica: Quale corso mi consiglia? E di seguirlo dove?

Salve,
dopo una laurea in Scienze e Tecnologie Orafe sto valutando l'idea di seguire un corso per la certificazione gemmologica, propenderei per fare il G.G. del GIA in quanto mi sembra tenuto in miglior considerazione e dovrebbe essere riconosciuto facilmente anche all'estero, in quanto so che il corso IGI (italiano) deve essere integrato con un esame aggiuntivo.

 

Naturalmente lo seguirei in inglese (con i tempi che corrono lo ritengo una cosa fondamentale) però la mia perplessità è se il fatto di seguirlo a Firenze o a Londra (anche in California ma la vedo più dura) possa essere di grande differenza.

 

Lei cosa ne pensa?

 

La ringrazio in anticipo
Giulia

 

Buona sera, dottoressa Giulia

 

non so da dove o da cosa lei abbia tratto le sue conclusioni, ma visto che lei vuole la mia opinione le premetto che le mie posizioni sarebbero alquanto diverse, e quindi anche le conclusioni ne risentiranno...   :-)

 

1  -  Perché mai il GG del GIA dovrebbe essere più considerato di tutti gli altri?

a me risulta certo il più reclamizzato, forse anche il più diffuso... ma il resto é tutto da dimostrare.

 

2  -  "Riconosciuto facilmente anche all'estero" é un pochino vago:

lei ha in mente qualche Paese in particolare?

 

Non conosco la situazione in Canada, ma USA e Inghilterra sono già a posto, in Australia se la cavano benissimo da soli.

e il Sud Africa non mi sembra una meta da considerare tanto alla leggera.

 

E per gli altri Paesi mi consenta una diplomatica astensione.

 

3  -  Gli esami "in corso d'opera", così come i periodici seminari "d'aggiornamento" sono mezzi davvero eccellenti

per portare a casa qualche soldino extra da soci e/o dagli ex allievi:

ovvero una cosa seria quando seriamente motivati e offerti su basi volontarie.

O una buffonata, a mio avviso,  quando IMPOSTI con scuse varie.

 

4  -  Fare il corso in California le offrirebbe certo una magnifica vacanza, se le sue finanze glielo consentono...

Ma non capisco quale sia il fondamentale vantaggio nel seguirlo in inglese, salvo il caso lei non contempli

anche la possibilità di un marito yankee, o magari proveniente dall'area dei petrodollari arabi.  :-)

 

Voglio sperare che lei mi perdoni il tono scherzoso, ma a scanso di amare e costose disillusioni se ha davvero mire professionali come gemmologa analista  le consiglierei di sondare PRIMA della specializzazione l'atteggiamento degli eventuali datori di lavoro:

e quando ne trovasse uno che condivida entusiasta i suoi programmi, allora gli chieda di anticiparle il finanziamento della ventilata specializzazione,

 

Dichiarandosi naturalmente dispostissima a restituire l'esborso (solo) con regolari trattenute sui futuri stipendi.

 

Naturalmente, se fossi io ad anticipare la pecunia vorrei anche avere voce in capitolo nella scelta dell'Istituto sede dei corsi, non le pare?  :-)